Glossario

Plusvalenze e Minusvalenze


Cosa sono le plusvalenze e le minusvalenze? Le plusvalenze/minusvalenze sono tecnicamente componenti straordinari di reddito che si manifestano in relazione alla cessione di un’immobilizzazione la quale può essere immateriale, materiale o finanziaria.

In caso di vendita ad un valore superiore al valore contabile, il venditore realizzerebbe una plusvalenza mentre, in caso contrario, di vendita ad un valore inferiore a quello contabile, una minusvalenza.

Le plusvalenze sono quindi aumenti di valore che hanno una certa rilevanza ai fini fiscali poichè sono spesso gravate da imposte dirette. Le minusvalenze invece hanno natura esclusivamente contabile e sono principalmente una diminuzione di redditività.

In campo finanziario, il concetto di minusvalenza è fondamentale, soprattutto per compensare eventuali plusvalenze dello stesso anno fiscale e dei quattro anni successivi. Le minusvalenze possono di fatto essere compensate con successive plusvalenze (il cosiddetto “capital gain”) per cui le plusvalenze compensate non saranno soggette all’imposta sostitutiva. Una precisazione importante è che le minusvalenze possono essere compensate esclusivamente con plusvalenze della stessa natura.

In seguito al decreto Salva Italia del 2011, il regime fiscale sul capital gain e rendite finanziarie con aliquota del 12,5% è stata incrementata al 20%. La nuova aliquota è applicata ad azioni, obbligazioni, fondi comuni d’investimento, SICAV, ETF, ETC, Derivati e Pronti Contro Termine. Inavariata resta la tassazione sui titoli di Stato, nella cosiddetta White List al 12,5%.

Riguardo alla tassazione fiscale degli ETF, l’investimento in ETF genera di solito un provento composto sia da reddito di capitale (delta NAV) che da un reddito diverso (capaital gain/loss). La normativa fiscale consente di compensare redditi diversi con redditi diversi mentre non consente di compensare redditi diversi con redditi di capitale per cui non è possibile la compensazione delle perdite (minusvalenze) pregresse su azioni con i redditi di capitale appena realizzati con gli ETF.