Glossario

Controvalore


Il termine Controvalore indica il valore di mercato di una posizione finanziaria. Il suo ammontare è determinato sia dal valore materiale del titolo stesso e sia dalla disponibilità di acquisto e vendita dei rispettivi compratore e venditore.

Il concetto di controvalore è utile nel caso di compravendita di titoli poichè è estremamente essenziale per confrontare il valore teorico del medesimo titolo – valore nominale- con  quello reale determinato dall’incontro si domanda ed offerta del medesimo titolo in Borsa.

Il controvalore indicato su MoneyFarm rappresenta il valore attuale o di mercato del tuo portafoglio comprensivo di eventuali commissioni e dividendi. E’ un indicatore utile per aiutarti a capire l’andamento dei tuoi investimenti. Potrai infatti confrontarlo  sempre con il prezzo di carico- il valore pagato all’acquisto dei tuoi investimenti in portafoglio e con l’ammontare investito per avere immediatamente un’idea di quanto stai guadagnando o perdendo.

Nel caso di società per azioni quotate in Borsa, per la determinazione del controvalore è importante guardare alla quotazione delle azioni che sono il risultato della combinazione di: ultime performace, aspettative sulla performace futura e prospettive di crescita del settore e dell’economia nazionale e globale. Il controvalore di un’azienda quotata è quindi il valore della quotazione di una singola azione moltiplicato per il numero di azioni acquistate o vendute.

Nel caso di obbligazioni, quotate sul mercato, il controvalore è determinato dall’attrattività del titolo come rating dell’emittente, tasso d’interesse, durata temporale, liquidità ed eventuale presenza di un’opzione di conversione in azioni.