Glossario

Azioni


Un Azione è una quota di proprietà di una società e ne rappresenta il capitale sociale. Le società a responsabilità limitata hanno la possibilità, sancita dal codice civile, di emettere azioni scegliendo tra una serie diversa di strumenti; la legge italiana prevede infatti almeno 7 tipologie di azioni.

Le tre più importanti categorie di azioni sono: Azioni Ordinarie, Privilegiate e di Risparmio.

Le Azioni Ordinarie permettono al possessore di esercitare sia diritti amministrativi, quali il voto nelle assemblee della società, sia diritti patrimoniali, quali il diritto al dividendo, al rimborso del capitale e il diritto di opzione in caso di aumento di capitale.

Le Azioni Privilegiate garantiscono all’azionista, nel caso di scioglimento della società, la precedenza nel rimborso del capitale e nella ripartizione degli utili. I portatori di Azioni Privilegiate, a fronte di questi privilegi, hanno delle limitazioni nel diritto di voto, che è precluso per tipologie di decisioni societarie, quali ad esempio l’approvazione del bilancio, effettuata nelle cosiddette Assemblee straordinarie. L’investitore in Azioni Privilegiate di fatto rinuncia ad alcuni diritti nella gestione della Società, in cambio di una preferenza sui risultati economici.

Le Azioni di Risparmio rispetto alle azioni ordinarie ricevono un dividendo più elevato in cambio della rinuncia ai diritti di voto nell’assembla. L’acronimo “di risparmio” deriva dal fatto che rappresentano uno strumento ottimale per il risparmiatore, in quanto hanno flussi di cassa definiti, data la profittabilità della Società e non richiedono una gestione attiva dei diritti di voto.

La Consob le ha istituite nel 1974 e da allora sono diventate uno strumento molto utilizzato fino alla fine degli anni novanta. Le più famose, sono senza dubbio le Fiat Risparmio, quotate dal 1984, che sono sempre state molto presenti nei portafogli dei risparmiatori italiani. Le Azioni di Risparmio possono essere emesse unicamente da Società con azioni quotate in Borsa, sui mercati regolamentati, sia italiani, sia di altri paesi dell’Unione Europea.