Rassegna stampa

Le cinque mosse da evitare per non farsi male in borsa


La Stampa

10/02/2014

Il 2014 si apre con nuove turbolenze ecco come cambiare le strategie di portafoglio. Il mese di febbraio si è
aperto con preoccupazioni vecchie ma anche nuove, che il buon andamento degli ultimi mesi aveva ormai spazzato
via dalla memoria di molti investitori.

Frai bond bancari a caccia di occasioni


La Stampa

10/02/2014

L’attenzione torna sulle banche che hanno di fronte a sé un anno di nuove sfide. Sul mercato intanto stanno arrivando nuove emissioni obbligazionarie e altre sono in calendario dal settore.

Quando vince il Btp Italia


Corriere della Sera

10/02/2014

Quanto hanno reso nell’ultimo anno i Btp Italia? Oltre 66 miliardi di euro di controvalore sottoscritto in cinque collocamenti, 40 miliardi dei quali nelle emissioni del 2013: sono queste le dimensioni della
popolarità dei Btp Italia, i titoli del Tesoro il cui rendimento è legato al costo della vita italiano.

Occhio ai bond


Milano Finanza

09/02/2014

Le aspettative degli operatori rimangono a favore di una risalita, lenta o nervosa a seconda degli scenari adottati, per i rendimenti dei Paesi occidentali.
MoneyFarm, società specializzata in servizi di consulenza finanziaria on-line attraverso gli ETF, vede ancora rischi in merito al mondo obbligazionario occidentale per gli anni a venire. Se l’inflazione era uno degli elementi più temuti, il sistema economico è riuscito per il momento ad evitarlo ma gli interventi di carattere eccezionale adottati dalle Banche Centrali hanno innescati conseguenze ancora difficili da stimare con precisione.

MoneyFarm, così funziona la consulenza 2.0


Milano Finanza

08/02/2014

In Italia, in poco più di un anno dall’avvio dell’operatività, la piattaforma online MoneyFarm conta su 700 clienti con un portafoglio medio di 75mila euro circa. Un buon risultato, grazie anche alla maggiore fiducia degli italiani neiu confronti del web.

Occhio ai bond G4


Milano Finanza

08/02/2014

Le aspettative degli operatori sono a favore di una risalita dei rendimenti dei Paesi occidentali che potrà essere lenta o nervosa. Come approfittarne.

Al Giappone manca già il fiato


Morningstar

06/02/2014

La svalutazione dello yen non serve a rilanciare le esportazioni del paese che deve difendersi dalla concorrenza degli emergenti. E l’Abenomics non sembra la scelta giusta per dare la spinta alla congiuntura nel lungo termine.

Compagnie alla ricerca di investimenti alternativi


Insurancetrade

06/02/2014

Le compagnie assicurative, a livello mondiale, faranno sempre maggiore ricorso agli Exchange traded fund (Etf) per raggiungere un’esposizione più liquida e meno costosa. Se i margini di rendimento degli investimenti classici a lungo termine delle compagnie (obbligazioni) diminuiscono e i costi di attività continuano ad aumentare, le imprese si vedranno costrette a interrompere l’offerta di alcune linee di prodotto, con una scelta più ridotta per il consumatore.

Borse, i tre motivi dei ribassi di questi giorni


Panorama

04/02/2014

In calo, ma non in picchiata. Si può riassumere così l’andamento registrato durante la mattina dalle principali borse europee, con Piazza Affari che perde un frazionale 0,3% circa, mentre in Europa le peggiori performance sono quelle del listino di Francoforte, che cede circa un punto percentuale.

MoneyFarm: “Exit?”


FinanzaOperativa.com

04/02/2014

Occuparsi di mercati obbligazionari di questi tempi significa fare i conti con un’ampia gamma di esperimenti monetari in corso da quando è iniziata la crisi finanziaria e di cui ancora non si conoscono del tutto gli effetti finali.

L'incognita emergente


Invice.it

01/02/2014

Se da un lato le politiche espansive hanno avuto effetti sicuramente positivi, dall’altro potrebbero aver creato degli eccessi di mercato.

MoF: Grecia segnali di crescita economica dopo anni di austerità


Advisor world

30/01/2014

Nell’ultimo anno Atene ha fatto registrare un taglio nella spesa di almeno 9 miliardi di dollari.
Questo risultato appare incredibile, l’austerità imposta dal FMI parrebbe sortire gli effetti sperati, almeno sul fronte bilancio, ma se si analizzano i numeri nel dettaglio qualcosa non quadra.

MF: Mercati azionari ad un bivio


Advisor world

29/01/2014

Per quanto concerne la situazione macroeconomica, il 2014 vede ancora come tema principale la ripresa dei paesi sviluppati. Dati forti si vedono già da diversi trimestri negli Stati Uniti e in GranBretagna, mentre in Eurozona e Giappone recentemente si stanno vedendo miglioramenti nei dati.
Nel frattempo sulle economie emergenti si accumulano dati peggiori del previsto (crescita Cinese, tensioni politiche in molti paesi, valute in difficoltà), pertanto anche da un punto di vista relativo l’area sviluppata in questo momento risulta più interessante.

Dopo la settimana nera la borsa trattiene il fiato


La Stampa

27/01/2014

La Hsbc all’improvviso nega ai suoi clienti il diritto di fare prelievi “significativi”. La ragione è la sicurezza dei clienti ma il messaggio che filtra è la paura della banca di vedere un assalto agli sportelli.

Mercati emergenti al check-up


Italia Oggi

27/01/2014

I paesi ad alto tasso di crescita restano al centro dell’interesse sui mercati perché se da
una parte si trovano a fare i conti con alcune turbolenze, dall’altra possono contare su un ampio potenziale di sviluppo inespresso.